PROGETTO DOMOS

domosdomos

Titolare del progetto:

ATS tra Cooperativa sociale GENTECO e Ass. CON LORO onlus

FINALITA’

Il progetto mira a diffondere in un contesto locale che possa facilmente diventare riferimento per un’area vasta, quella del sud est barese, nuove tecnologie domotiche in grado di soddisfare le esigenze di persone con limitate autonomie funzionali  in ambito domestico. Sono previste delle installazioni di kit domotici rispondenti alle esigenze dei soggetti a limitata mobilità individuati. Parallelamente si avvierà uno sportello per fornire l’assistenza informativa, formativa e consulenziale, sia in merito alle attrezzature e tecnologie assistive, sia in merito alle scelte di progettazione e allestimento di ambienti domestici e postazioni lavorative.

OBIETTIVI E ATTIVITA’

Domos è un progetto che vuole intervenire nell’ambito dell’autosufficienza di ogni individuo nel vivere la propria vita nella propria abitazione, sia che viva solo sia con i propri familiari. Attraverso la diffusione delle nuove tecnologie domotiche, parallelamente alle installazioni nelle abitazioni, divulgheremo l’informazione di nuove strategie e strumenti per migliorare l’inclusione sociale e ridurre i casi di ospedalizzazione.

OBIETTIVI:

  1. COINVOLGIMENTO DI CIRCA 20 UTENTI IN CUI EFFETTUARE GLI INTERVENTI TECNICI PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE;
  2. PROMUOVERE LA DOMOTICA NEL TERRITORIO DEL SUD-EST BARESE
  3. SENSIBILIZZARE LE AMMINISTRAZIONI ALL’UTILIZZO DI NUOVE FORME DI INTEGRAZIONE
  4. INFORMARE SULLA DOMOTICA, IL SUO UTILIZZO, LE SUE APPLICAZIONI NEL CAMPO SOCIALE
  5. METTERE IN CONTATTO LE REALTA’ AZIENDALI CON ALCUNI STRUMENTI DOMOTICI AL FINE DI FAVORIRE L’INTEGRAZIONE LAVORATIVA

I destinatari del servizio saranno le famiglie e le singole persone appartenenti al territorio di Ambito (Conversano, Polignano a Mare e Monopoli) per poi allargarci e rispondere ad un bacino più ampio corrispondente al Sud Est Barese.

CHE COSA E’ LA DOMOTICA SOCIALE

Quando si parla di autonomia della persona, la tecnologia costituisce un valido aiuto, nel momento in cui viene pensato e adattato alle esigenze del singolo individuo attraverso un processo di personalizzazione delle risposte ai bisogni. Spesso però ancora oggi si pensa che sviluppare un’autonomia nella propria abitazione e ripensare alla propria quotidianità passi attraverso l’abbattimento delle barriere architettoniche, non prendendo in considerazione l’aiuto che può derivare dalla Domotica.

Con il termine “domotica” o di “automazione domestica” si intendono i sistemi o impianti di tipo elettrico che consentono automatismi. Il punto principale della domotica è riconducibile al controllo degli impianti domestici con un’unica centralina di supervisione. La centralina, che normalmente si identifica in un personal computer, va collegata a Internet per il controllo e il monitoraggio anche da remoto.

La domotica specializzata nel dare risposte alle persone non autosufficienti e/o con disabilità, assume l’accezione di DOMOTICA SOCIALE.

Che cosa è possible fare?

  • controllare in modo automatico sensori di temperatura, di luminosità, di fughe di gas
  • controllare l’impianto di illuminazione (esempio l’accensione automatica delle luci)
  • controllare l’impianto di riscaldamento/raffreddamento e di umidificazione degli ambienti
  • controllare gli allarmi di security, anti-intrusione, presenza, movimento, apertura porte e serramenti
  • controllare gli allarmi di safety, anti-incendio, antifumo, allagamento, consumo acqua, elettricità e funzioni anti black-out

I principi proposti attraverso l’applicazione della domotica in ambito sociale rientrano in quelli previsti dalla Convenzione Onu sui diritti delle persone con disabilità e ripresi nel Libro Bianco su accessibilità e mobilità urbana.